Tecnico e Tecnica del controllo ambientale

Carta d'identità
Chi è?

Il TECNICO DEL CONTROLLO AMBIENTALE organizza, coordina e monitora progetti di sicurezza ambientale, per lo più all'interno di contesti produttivi (affronta temi quali inquinamento, sicurezza, risparmio energetico, ecc.) ma anche a supporto di uffici pubblici e privati che si occupano di sicurezza e tutela dell’ambiente.

Quali norme regolano la professione?

La professione non ha uno specifico albo od ordine di afferenza ma deve rispettare il quadro della normativa di tutela ambientale (“Codice ambientale”).

Figure professionali di prossimità

Nivologo o rilevatore nivologico

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

Il TECNICO DEL CONTROLLO AMBIENTALE organizza, coordina e monitora progetti di sicurezza ambientale, per lo più all'interno di contesti produttivi (affronta temi quali inquinamento, sicurezza, risparmio energetico, ecc.) ma anche a supporto di uffici pubblici e privati che si occupano di sicurezza e tutela dell’ambiente.

Dove Lavora

Il TECNICO DEL CONTROLLO AMBIENTALE) può lavorare in:

AZIENDE DI PRODUZIONE Settori produttivi diversi: dal food al tessile o al minerario. Qui rientrano anche le aziende di smaltimento dei rifiuti.
STUDI ASSOCIATI E UFFICI DI CONSULENZA Esistono studi di diverse dimensioni e complessità organizzative
ENTI PUBBLICI Assessorati, enti ambientali, ministeri, amministrazioni statali e regionali, comunità montane; aziende forestali e silvo-pastorali, consorzi montani ….
ENTI DI GESTIONE DEL TURISMO INVERNALE Società di impianti di risalita, Centri di allertamento valanghe, AINEVA
AZIENDE DI PRODUZIONE

Tutte le aziende devono oggi rispettare le sempre più complesse normative di sicurezza e tutela ambientale, indipendentemente dal settore produttivo specifico.

STUDI ASSOCIATI E UFFICI DI CONSULENZA

Si tratta spesso di uffici nei quali collaborano diversi profili professionali (architetti, ingegneri, geometri, tecnici…) che offrono servizi consulenziali a piccole o medie aziende.

ENTI PUBBLICI

L’ente pubblico svolge un ruolo di tutela dei territori e degli ambienti nell’applicazione della normativa, oltre che gestisce direttamente cantieri e servizi ad impatto ambientale basso, medio, alto. Svolge inoltre un lavoro di programmazione e definizione di politiche di gestione ambientale (rifiuti e bonifiche, gestione delle acque, difesa del suolo, inquinamento atmosferico, procedure ambientali, riduzione del danno ambientale).

ENTI DI GESTIONE DEL TURISMO INVERNALE

In questi contesti, il TECNICO DEL CONTROLLO AMBIENTALE, può operare a livello nivo-meteorologico ed occuparsi della sicurezza in montagna

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Non esiste un percorso formale specifico.

C'è un percorso consigliato?

A seguito della laurea di primo livello è consigliata la frequenza di corsi professionali specializzanti.

Come si sviluppa la carriera?

In ambito pubblico la carriera segue le logiche dei concorsi ed è fortemente normata. In ambito privato si possono avere situazione diverse a seconda che ci si trovi nel quadro di un contratto di dipendenza aziendale (dove la carriera è regolata da meccanismi interni all’azienda) o di libero professionista. Nel secondo caso la carriera assume meno importanza rispetto alla capacità di aumentare il proprio giro di affari e di differenziare le commesse.

Naviga

Scarica