Manager dello sport

Club Manager, Direttore del centro sportivo, Fitness Manager, Direttore tecnico, Project Leader/manager

Carta d'identità
Chi è?

Il MANAGER SPORTIVO si occupa della pianificazione e gestione di progetti e attività con una particolare attenzione agli aspetti organizzativi, giuridici e amministrativi: pianifica, organizza, gestisce e verifica l’attuazione di piani e progetti sulla base di vincoli dati dalla disponibilità di risorse.

Nonostante operi prevalentemente nell’ambito sportivo la sua attività può svilupparsi anche in aree non sportive (quali ad esempio il turismo, la comunicazione, la produzione di beni, l’erogazione di servizi di varia natura) in quanto dispone di competenze utili a rivestire ruoli di carattere gestionale e manageriale.

Quali norme regolano la professione?

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Figure professionali di prossimità

Responsabile marketing e comunicazione

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

VII livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al secondo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

Il MANAGER SPORTIVO si occupa della pianificazione e gestione di progetti e attività con una particolare attenzione agli aspetti organizzativi, giuridici e amministrativi: pianifica, organizza, gestisce e verifica l’attuazione di piani e progetti sulla base di vincoli dati dalla disponibilità di risorse.

Nonostante operi prevalentemente nell’ambito sportivo la sua attività può svilupparsi anche in aree non sportive (quali ad esempio il turismo, la comunicazione, la produzione di beni, l’erogazione di servizi di varia natura) in quanto dispone di competenze utili a rivestire ruoli di carattere gestionale e manageriale.

Dove Lavora

Il MANAGER SPORTIVO può lavorare in:

AZIENDE PRIVATE

 

che si occupano della produzione e/o della commercializzazione, e/o della distribuzione di prodotti o servizi prevalentemente afferenti al settore sportivo

 

AGENZIE DI COMUNICAZIONE

 

che organizzano eventi e grandi campagne promozionali in ambito sportivo

 

IMPIANTI SPORTIVI

 

sia pubblici che privati

 

CLUB E FEDERAZIONI SPORTIVE

 

che sviluppano azioni a favore di atleti ed atlete in specifiche discipline

 

ORGANIZZAZIONI DEL SETTORE TURISTICO E RICREATIVO

 

 
AZIENDE PRIVATE

Nel 2007 il giro d'affari generato dal mondo sportivo è stato di 36 miliardi di euro. Si segnala, inoltre, che accanto alle attività economiche di carattere sportivo in senso stretto - che implicano anche la gestione di impianti ed infrastrutture sportive e l’organizzazione, supervisione e promozione di attività sportive - si sono sviluppate numerose altre attività che includono la produzione, la distribuzione e la commercializzazione di articoli sportivi o di servizi di informazione, di intrattenimento e di comunicazione collegati allo sport ed al tempo libero.

Il MANAGER SPORTIVO è la figura più idonea per gestire aziende private che offrono questa tipologia di prodotti/servizi in quanto coniuga competenze di management e conoscenze specifiche in ambito sportivo.

AGENZIE DI COMUNICAZIONE

Molte aziende, per promuovere i propri servizi e prodotti, investono su campagne pubblicitarie ed eventi promozionali avvalendosi di agenzie specializzate nella comunicazione e/o nel marketing sportivo. Queste agenzie si occupano di organizzare nei dettagli le campagne e gli eventi sportivi, secondo gli obiettivi concordati con l’azienda e cercando delle strategie di comunicazione efficace verso il target/mercato di riferimento.

IMPIANTI SPORTIVI

Il MANAGER SPORTIVO può occuparsi della gestione di impianti sportivi di proprietà di Enti locali o di società private.

In particolare, cura l’organizzazione del personale della struttura, il funzionamento e l’adeguatezza tecnologica delle attrezzature e la loro conformità alle normative vigenti, ecc...

La struttura organizzativa degli impianti varia a seconda delle loro dimensioni. Per quanto riguarda le strutture private, le grandi multinazionali prevedono figure di Club Manager, Direttore del centro, Fitness Manager, Direttori tecnici delle varie aree (sala pesi, attività musicali, ecc…) a cui si affiancano una serie di consulenti esterni: venditori, operatori della Reception, Personal Trainer e Istruttori sportivi della sala pesi e della sala musicale.

Nei centri medio-piccoli, a causa delle poche risorse a disposizione e quindi della necessità di ottimizzazione, l’organizzazione è più snella e tende a non frammentarsi tra diversi professionisti.

ORGANIZZAZIONI DEL SETTORE TURISTICO E RICREATIVO

Le organizzazioni operanti nel turismo e nell’organizzazione di attività ricreative si appoggiano al MANAGER SPORTIVO per l’organizzazione e la gestione di attività e servizi per il tempo libero. Il target di riferimento può essere più o meno vasto a seconda del progetto e della sua localizzazione ma è comunque sempre fondamentale una conoscenza della tipologia dei destinatari o beneficiari finali al fine di meglio programmare ogni offerta.

CLUB E FEDERAZIONI SPORTIVE

Il MANAGER SPORTIVO può in questi casi occuparsi di mansioni diverse a seconda del ruolo che ricopre: da azioni di gestione della comunicazione intorno ad eventi e manifestazioni, al management delle attività di atleti/e, ad azioni complesse di gestione di progetti di educazione e promozione sportiva.

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Poiché non esistono norme o leggi specifiche che regolano la professione, non sono richiesti titoli di studio, abilitazioni, iscrizioni ad albi o periodi minimi di pratica professionale obbligatori.

C'è un percorso consigliato?

Si consiglia il corso di laurea magistrale da affiancare ad un’esperienza pratica presso le aziende del settore.

L’aggiornamento continuo è fondamentale.

Il MANAGER SPORTIVO, infatti, “deve avere (…) una formazione di base che sappia come funzionano gli assetti istituzionali delle società e che integri le conoscenze giuridico-economiche con quelle tecniche, psico-pedagogiche, sociologiche, di gestione delle attività motorie e degli impianti sportivi, di organizzazione degli eventi, di marketing e comunicazione […] Servono anche tanta passione e una forte motivazione; spesso, infatti, le manifestazioni sportive si svolgono nel weekend, il che vuol dire dover lavorare anche il sabato e la domenica”. (Fonte: Michela Trigari, repubblica.it)

Come si sviluppa la carriera?

La evoluzioni di carriera sono di tipo verticale e riguardano l’acquisizione progressiva di maggiori responsabilità all’interno della struttura di riferimento.

E’ da sottolineare che si tratta di una professione che apre la possibilità di inserimento anche in settori diversi da quello prettamente sportivo.

Naviga

Scarica

Video