Istruttore sportivo, Istruttrice sportiva

Chinesiologo, Personal Trainer, Istruttore per disabili

Carta d'identità
Chi è?

L’ISTRUTTORE SPORTIVO pianifica e gestisce programmi di allenamento individuali e di gruppo finalizzati al mantenimento e miglioramento della forma fisica o all’apprendimento di una specifica attività sportiva. I programmi possono avere finalità educative, adattive, ludiche o sportive, non hanno mai finalità agonistiche.

Quali norme regolano la professione?

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Questa carenza di normativa potrebbe creare difficoltà interpretative quando l’ISTRUTTORE SPORTIVO laureato in Scienze Motorie si trova a collaborare, in quanto Chinesiologo, con l’area sanitaria per la realizzazione di attività preventive e/o riabilitative: non esiste, infatti, una specifica normativa che indichi in maniera dettagliata quali attività possono essere svolte dal chinesiologo e quali no. L’Unione Nazionale Chinesiologi è l’associazione professionale di riferimento per gli Istruttori sportivi laureati in Scienze Motorie (www.unc.it/italiano).

Figure professionali di prossimità

Allenatore Sportivo, Osservatore Sportivo

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

VII livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al secondo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

L’ISTRUTTORE SPORTIVO pianifica e gestisce programmi di allenamento individuali e di gruppo finalizzati al mantenimento e miglioramento della forma fisica o all’apprendimento di una specifica attività sportiva. I programmi possono avere finalità educative, adattive, ludiche o sportive, non hanno mai finalità agonistiche.

Dove Lavora

L’ISTRUTTORE SPORTIVO  può lavorare in:

centri fisioterapici/chinesiologici

 

presso cui si svolgono attività che agiscono sulla capacità di movimento della persona, sia a livello preventivo (ginnastica posturale, di mantenimento, terza età, ecc…) sia a livello riabilitativo (recupero dello stato fisico a seguito di traumi o all’acquisizione di posture scorrette)

 

centri wellness/fitness

 

grandi multinazionali o strutture medio-piccole che offrono percorsi personalizzati di allenamento ai propri clienti e lavorano con un approccio di carattere commerciale

 

centri per l’insegnamento delle discipline sportive

 

centri dedicati a specifiche discipline sportive come, ad esempio, centri per l’insegnamento della danza, delle arti marziali, del calcio, del basket, ecc…

 

CENTRI FISIOTERAPICI/CHINESIOLOGICI

L’ISTRUTTORE SPORTIVO laureato in Scienze Motorie è abilitato, in quanto Chinesiologo, a realizzare attività di prevenzione e/o recupero dello stato fisico anche se la legge (legge 26 febbraio 1999, n. 42 e legge 10 agosto 2000, n. 251), pur definendo che non è abilitato ad intervenire sulla patologia senza la supervisione di professionisti del settore medico (medici sportivi, fisiatri, fisioterapisti) non individua in maniera chiara quali attività specifiche può svolgere e quali no. 

L’ISTRUTTORE SPORTIVO/CHINESIOLOGO è generalmente inserito in gruppi multidisciplinari e la struttura organizzativa può variare a seconda della dimensione dei centri.

CENTRI WELLNESS/FITNESS

L’ISTRUTTORE SPORTIVO elabora e conduce attività motorie svolte a tempo di musica, singolarmente o in gruppo, sia in palestra sia in acqua (acqua fitness). Utilizza tecnologie fitness o specifici strumenti di supporto all’attività sportiva a corpo libero. Per le attività individuali (quali ad esempio la pesistica) l’elaborazione del programma di allenamento è preceduta dalla raccolta di dati anagrafici e dall’anamnesi ed è accompagnata da una continua valutazione degli obiettivi. In questo caso, l’ ISTRUTTORE SPORTIVO offre anche un servizio di “Personal Training” seguendo individualmente il cliente durante le sedute di allenamento.

 

La struttura organizzativa dei centri varia a seconda delle loro dimensioni. Le grandi multinazionali, ad esempio, prevedono figure di Club Manager, Direttore del centro, Fitness Manager, Direttori tecnici delle varie aree (sala pesi, attività musicali, ecc…) a cui si affiancano una serie di consulenti esterni: venditori della Reception, Personal Trainer e Istruttori sportivi della sala pesi e della sala musicale.

 Nei centri medio-piccoli, invece, l’organizzazione tende a non suddividersi fra i diversi professionisti.

CENTRI PER L’INSEGNAMENTO DELLE DISCIPLINE SPORTIVE

L’ ISTRUTTORE SPORTIVO elabora e gestisce, senza finalità agonistiche, programmi di allenamento specifici per disciplina (ad esempio danza, nuoto, arti marziali, ecc…) e sensibilizza le/gli allieve/i sui benefici che possono derivare dall’esercizio della specifica disciplina fisica.

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Poiché non esistono norme o leggi specifiche che regolano la professione, non sono richiesti titoli di studio, abilitazioni, iscrizioni ad albi o periodi minimi di pratica professionale obbligatori.

Alcune regioni italiane, tra cui il Piemonte con la LR n°17 del 1996, hanno cercato di colmare il vuoto legislativo richiedendo alle palestre, se non affiliate a Federazioni sportive o ad Enti di promozione sportiva, la presenza di almeno un diplomato ISEF o laureato in Scienze Motorie per l’esercizio delle proprie attività (Fonte: Lolli, Concordano, Kratter). Questa legge, però, è rimasta sostanzialmente inapplicata a causa delle pressioni effettuate dal mercato.

C'è un percorso consigliato?

L’aggiornamento continuo è poi fondamentale soprattutto per chi ha ruoli di responsabilità, ma non solo.

Come si sviluppa la carriera?

Le evoluzioni di carriera riguardano l’acquisizione progressiva di funzioni di progettazione e gestione delle attività sportive, di coordinamento di gruppi di lavoro, di direzione di centri.

Naviga

Scarica