Conservatrice, Conservatore e valorizzatore di musei naturalistici

Conservatore museale

Carta d'identità
Chi è?

Il CONSERVATORE E VALORIZZATORE DI MUSEI NATURALISTICI è la figura professionale che si occupa dell’acquisizione, preparazione, cartellinatura, inventariazione e catalogazione dei reperti e delle collezioni naturalistiche. Analizza i rischi a cui possono essere soggetti i beni naturalistici ed elabora appositi piani di conservazione e tutela del patrimonio museale.

Effettua le ricerche (botaniche, mineralogiche, paleontologiche, storiografiche, zoologiche, ecc.) relative ai beni naturalistici acquisiti dal Museo, predispone programmi per la divulgazione e la valorizzazione delle collezioni del Museo, progettando diversi tipi di attività, dall’editoria, alla ricerca, all’educazione.

Quali norme regolano la professione?

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali per accedere alla professione.Tuttavia, Importanti informazioni per l’esercizio dell’attività del CONSERVATORE E VALORIZZATORE DI MUSEI NATURALISTICI sono contenute nel Decreto Legislativo 29 ottobre 1999, n. 490 “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali, a norma dell'articolo 1 della legge 8 ottobre 1997, n. 352” (http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/99490dl.htm) e nel Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137” (http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/04042dl.htm).

Figure professionali di prossimità

Conservatore e Valorizzatore delle bio e geodiversità

Livello EQF

VII livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al secondo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

Il CONSERVATORE E VALORIZZATORE DI MUSEI NATURALISTICI è la figura professionale che si occupa dell’acquisizione, preparazione, cartellinatura, inventariazione e catalogazione dei reperti e delle collezioni naturalistiche. Analizza i rischi a cui possono essere soggetti i beni naturalistici ed elabora appositi piani di conservazione e tutela del patrimonio museale.

Effettua le ricerche (botaniche, mineralogiche, paleontologiche, storiografiche, zoologiche, ecc.) relative ai beni naturalistici acquisiti dal Museo, predispone programmi per la divulgazione e la valorizzazione delle collezioni del Museo, progettando diversi tipi di attività, dall’editoria, alla ricerca, all’educazione.

Dove Lavora
Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Per accedere alla professione è richiesta una laurea magistrale. Il percorso di studi inizierà con la laurea triennale in Scienze Naturali della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali e potrà perfezionarsi con un titolo magistrale, come quello in Biologia dell’Ambiente.

C'è un percorso consigliato?

Corsi di laurea triennali

Corsi di laurea magistrali

La preparazione potrà essere approfondita con corsi e master specialistici. L’esperienza maturata sul campo, permetterà di acquisire ulteriori competenze e conoscenze interdisciplinari, indispensabili per affermarsi nella professione.

E’ molto utile frequentare gruppi naturalistici e musei locali per una prima introduzione nel contesto lavorativo.

Come si sviluppa la carriera?

Naviga

Scarica

Video