Addetto e Addetta alla gestione delle risorse umane

Carta d'identità
Chi è?

L’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE garantisce una corretta gestione del personale in modo che risulti funzionale agli obiettivi strategici dell’azienda.

Può intervenire in tutti i processi che afferiscono alla gestione del personale: dalla ricerca, selezione ed inserimento e dimissione del personale, alla gestione vera e propria (formazione, valutazione, politiche retributive, amministrazione e relazioni sindacali).Pianifica interventi di valutazione, motivazione, formazione e sviluppo delle risorse umane.

Il grado di specializzazione dipende fortemente dalle dimensioni dell’organizzazione presso cui opera e dalle modalità di divisione del lavoro.

Quali norme regolano la professione?

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi specifici e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Figure professionali di prossimità

Selezionatore, Orientatore

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

L’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE garantisce una corretta gestione del personale in modo che risulti funzionale agli obiettivi strategici dell’azienda.

Può intervenire in tutti i processi che afferiscono alla gestione del personale: dalla ricerca, selezione ed inserimento e dimissione del personale, alla gestione vera e propria (formazione, valutazione, politiche retributive, amministrazione e relazioni sindacali).Pianifica interventi di valutazione, motivazione, formazione e sviluppo delle risorse umane.

Il grado di specializzazione dipende fortemente dalle dimensioni dell’organizzazione presso cui opera e dalle modalità di divisione del lavoro.

Dove Lavora

L’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE può lavorare in:

IMPRESE PRIVATE

 

IMPRESE PUBBLICHE

 

Indipendentemente dall’ambito lavorativo, l’ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE è generalmente inserito nella Direzione risorse umane.

Il suo compito è di partecipare all’inserimento del personale, alla ricerca e alla selezione, elaborando i profili dei candidati e talvolta affiancando i responsabili durante i colloqui, cura l’amministrazione del personale.

Per quanto riguarda la gestione del personale già presente o appena inserito, valuta eventuali esigenze di formazione e gestisce lo sviluppo della carriera occupandosi, a volte, anche di problematiche sindacali e cercando di fare da mediatore nelle politiche di retribuzione. E’ una figura fondamentale per misurare il rendimento dei lavoratori e la loro soddisfazione, premessa importante per il raggiungimento degli obiettivi di un’azienda. Partecipa alla predisposizione ed alla realizzazione delle attività informative e formative nel campo della salute e della sicurezza.

Il grado di specializzazione dipende fortemente dalle dimensioni dell’organizzazione presso cui opera e dalle modalità di divisione del lavoro, anche in riferimento al ricorso a consulenti esterni, al tipo di relazioni con l’ambito amministrativo dell’azienda oltre che alle caratteristiche specifiche della persona.

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Poiché non esistono norme o leggi specifiche che regolano la professione, non sono richiesti titoli di studio, abilitazioni, iscrizioni ad albi o periodi minimi di pratica professionale obbligatori.

C'è un percorso consigliato?
Come si sviluppa la carriera?

L’ingresso dei giovani laureati avviene generalmente con la mansione di Addetti alla gestione del personale. Essi eseguono attività di supporto necessarie alla gestione del personale, registrano le presenze, le ore di lavoro e le assenze per ferie o per altri motivi acquisendo la documentazione relativa, inoltrando comunicazioni ed ordini di servizio, eseguendo le procedure di assunzione, licenziamento ed assegnazione acquisendo ed inoltrando la documentazione dovuta di ufficio.

A livello di carriera, un ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE può aspirare a diventare Direttore del personale, in senso verticale.

In senso orizzontale ha inoltre la possibilità di ampliare le proprie competenze arricchendo l’area di intervento e specializzandosi in uno o più ambiti: selezione, formazione-sviluppo, amministrazione, gestione delle relazioni sindacali.

Naviga

Scarica

Video