Addetto e Addetta alla comunicazione d'impresa

Assistente alla comunicazione, Addetto alle relazioni interne

Carta d'identità
Chi è?

L’ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA di un’impresa collabora con il “Responsabile della comunicazione interna” alla pianificazione, gestione e analisi dell’insieme dei processi di interazione e scambio di informazioni tra il management e le persone che costituiscono i processi produttivi dell’azienda. Il compito della comunicazione interna è quello di contribuire allo sviluppo e mantenimento di una cultura aziendale, creare sinergie, favorire la motivazione delle persone e la condivisione dei saperi e delle conoscenze all’interno dell’organizzazione.
Sotto la supervisione del Responsabile, l’addetto collabora allo sviluppo di piani di comunicazione interni all’organizzazione, coerenti con quelli di eventuali altre funzioni di comunicazione (istituzionale/pubblica relazioni esterne; commerciale/marketing). Valuta tempi, modalità, target, strumenti e contenuti dei messaggi da comunicare ed effettua il monitoraggio dello sviluppo e dell’impatto delle diverse azioni contenute nei piani di comunicazione.

Quali norme regolano la professione?

Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Figure professionali di prossimità

Responsabile della comunicazione d’impresa, Responsabile/Addetto ufficio comunicazione, Responsabile/Addetto alla comunicazione istituzionale, Responsabile/Addetto alla comunicazione commerciale, Responsabile/Addetto alle pubbliche relazioni, Addetto alle relazioni con il pubblico

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

L’ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA di un’impresa collabora con il “Responsabile della comunicazione interna” alla pianificazione, gestione e analisi dell’insieme dei processi di interazione e scambio di informazioni tra il management e le persone che costituiscono i processi produttivi dell’azienda. Il compito della comunicazione interna è quello di contribuire allo sviluppo e mantenimento di una cultura aziendale, creare sinergie, favorire la motivazione delle persone e la condivisione dei saperi e delle conoscenze all’interno dell’organizzazione.
Sotto la supervisione del Responsabile, l’addetto collabora allo sviluppo di piani di comunicazione interni all’organizzazione, coerenti con quelli di eventuali altre funzioni di comunicazione (istituzionale/pubblica relazioni esterne; commerciale/marketing). Valuta tempi, modalità, target, strumenti e contenuti dei messaggi da comunicare ed effettua il monitoraggio dello sviluppo e dell’impatto delle diverse azioni contenute nei piani di comunicazione.

Dove Lavora

Qualsiasi azienda

 

la funzione comunicazione può essere in staff alla direzione o all’interno della direzione marketing e può essere più o meno articolata in funzione della dimensione dell’azienda. Nelle organizzazioni più strutturate la comunicazione d’impresa può essere realizzata da più funzioni (comunicazione interna, istituzionale, commerciale), nelle organizzazioni più piccole è facile che un’unica funzione si occupi di tutti i livelli di comunicazione.

 

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Non esiste nessun percorso formale obbligatorio per svolgere la professione.

C'è un percorso consigliato?

E’ indispensabile il continuo aggiornamento e per questo possono essere utili corsi di specializzazione sui temi e gli strumenti della comunicazione d’impresa.

Come si sviluppa la carriera?

L’ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA rappresenta una figura di ingresso che, attraverso il consolidamento dell’esperienza e una profonda conoscenza dell’azienda può diventare Responsabile della comunicazione interna o lavorare nelle eventuali altre funzioni di comunicazione presenti in azienda quali la Comunicazione Istituzionale o Commerciale.

Naviga

Scarica