Le professioni e i video

VIDEO

Qualora la figura professionale sia corredata da filmati, la sezione “VIDEO” è la prima ad essere visualizzata. Essa può comprendere interviste a professioniste e professionisti, e riprese di luoghi di lavoro. Le interviste a professionisti seguono uno schema standard e, grazie alle icone del player, è possibile selezionare la domanda cui si desidera avere risposte. La sequenza delle domande è la seguente:

  • Presentazione
  • Di che cosa si occupa?
  • Quali conoscenze è necessario avere?
  • Che cosa deve saper fare?
  • Quali caratteristiche personali deve possedere?
  • Quale percorso di studi è necessario avere?
  • Quali altri lavori potrebbe fare?
  • È possibile conciliare lavoro e vita privata?

CARTA D’IDENTITÀ

Denominazione: si tratta della denominazione più comune ritrovata sul mercato del lavoro, possibilmente in italiano, declinata al femminile e al maschile nell’ottica di superare stereotipi e tradizionali condizionamenti di genere.

Altre denominazioni: la stessa figura professionale può essere riconosciuta sul mercato del lavoro in modi differenti che vengono indicati in questa sezione

Figure professionali di prossimità: vengono indicate le figure professionali con aree di competenza sovrapponibili a quelle della figura in questione

Chi è? La sezione contiene:

  • l’obiettivo del lavoro della figura professionale, la sua responsabilità primaria
  • una prima indicazione delle macroattività in cui è coinvolta

Quali norme regolano la professione? Vengono indicate le norme relative unicamente alla professione (ad esempio si segnala l’esistenza di albi, ordini professionali, registri) a livello nazionale e regionale. Si segnalano anche eventuali Codici deontologici e il CCNL di riferimento.

Livello EQF: in linea con l’European Qualification Framework, al fine di garantire la confrontabilità con il quadro europeo di riferimento, a ciascuna figura professionale viene attribuito un livello (VI o VII) che sintetizza quanto devono essere ampie e sviluppate le conoscenze, le abilità, le attività e le responsabilità della figura.

Livello VI:

  • Conoscenze avanzate in un ambito di lavoro o di studio, che presuppongano una comprensione critica di teorie e principi
  • Abilita avanzate, che dimostrino padronanza e innovazione necessarie a risolvere problemi complessi ed imprevedibili in un ambito specializzato di lavoro o di studio
  • Competenze: gestire attività o progetti, tecnico/professionali complessi assumendo la responsabilità di decisioni in contesti di lavoro o di studio imprevedibili; assumere la responsabilità di gestire lo sviluppo professionale di persone e gruppi

Livello VII:

  • Conoscenze altamente specializzate, parte delle quali all’avanguardia in un ambito di lavoro o di studio, come base del pensiero originario e/o della ricerca; consapevolezza critica di questioni legate alla conoscenza all’interfaccia tra ambiti diversi
  • Abilità specializzate, orientate alla soluzione di problemi, necessarie nella ricerca e/o nell’innovazione al fine di sviluppare conoscenze e procedure nuove e integrare la conoscenza ottenuta in ambiti diversi
  • Competenze: gestire e trasformare contesti di lavoro o di studio complessi, imprevedibili che richiedono nuovi approcci strategici; assumere la responsabilità di contribuire alla conoscenza e alla prassi professionale e/o di verificare le prestazioni strategiche dei gruppi

Livello VI e VII: l’Atlante attribuisce questo livello alle figure per le quali non è ancora univocamente definita la collocazione. Ciò si può verificare, ad esempio, per le figure più innovative, che non hanno ancora un chiaro riconoscimento sociale.

Ai piedi della pagina è disponibile il download in pdf della descrizione testuale della figura professionale.

CHE COSA FA

In questa sezione viene presentato in modo sintetico il flusso di attività chiave il cui la figura professionale in esame è coinvolta.

Ai piedi della pagina è disponibile il download in pdf del/i processo/i di lavoro che caratterizzano la figura professionale, strumento per chi vuole approfondire i contenuti della scheda “Che cosa fa”.

DOVE LAVORA

La scheda dà informazioni sui principali luoghi/ambiti di lavoro in cui può trovare occupazione la figura professionale e sulla possibile collocazione organizzativa in ciascuno di questi.

CONDIZIONI DI LAVORO

Scopo di questa sezione è offrire informazioni sui contratti di lavoro, sulla struttura relazionale entro cui la figura è inserita, sui tempi di lavoro e su ogni indicazione ritenuta utile per accompagnare le scelte formative e occupazionali di un giovane in ingresso nel mercato del lavoro.

COMPETENZE

Le competenze necessarie vengono riepilogate in uno schema che le riaggrega per attività chiave e relativo/i output. Si tratta della sequenza di operazioni attraverso le quali si esprimono le competenze. Le competenze vengono indicate utilizzando verbi all’infinito. E' possibile definire la competetenza come “l’essere in grado di selezionare, mobilitare e strutturare dinamicamente – in modo pertinente ed efficace – un insieme di risorse di natura diversa (conoscenze, abilità, comportamenti) per svolgere un’attività ed ottenere un risultato”. Gli elementi che compongono le competenze possono essere ricondotti a:

- conoscenze: si tratta dei saperi disciplinari acquisiti, fanno riferimento alla padronanza di concetti, regole, teorie, ecc. Vengono indicate le principali conoscenze distinte in specialistiche (richieste in modo specifico dall’occupazione) e generali (richieste dall’occupazione ma che riguardano un gruppo più ampio di figure)

- abilità: individuano dei saper fare pratici, delle conoscenze procedurali che consentono di mettere in atto procedure formalizzate. Possono ad esempio riguardare la capacità di utilizzare strumenti di tipo operativo come delle tecnologie, dei procedimenti, delle tecniche, dei metodi, ecc. Anche le abilità principali richieste vengono distinte in specialistiche (richieste in modo specifico dall’occupazione) e generali (richieste dall’occupazione ma che riguardano un gruppo più ampio di figure)

- comportamenti lavorativi: vengono selezionati i comportamenti che permettono alla persona di raggiungere gli obiettivi della sua attività nel contesto lavorativo in cui opera. L’Atlante ha classificato i seguent comportamenti:

  • Accuratezza, operare con precisione, minimizzando gli errori e ponendo una costante attenzione alla qualità e al controllo dei risultati del lavoro
  • Manualità, possedere doti di abilità manuale, senso pratico, rapidità nei movimenti
  • Resistenza fisica, mantenere un ritmo di lavoro sostenuto, sopportare la fatica fisica, sostenere sforzi fisici prolungati
  • Flessibilità-Adattabilità, modificare comportamenti e schemi mentali in funzione delle esigenze del contesto lavorativo, sapersi adattare ai cambiamenti e alle emergenze, lavorare efficacemente in situazioni differenti e/o con diverse persone o gruppi
  • Orientamento all’innovazione e al cambiamento, essere aperti a idee e approcci nuovi, saper individuare e cogliere le opportunità, non temere l’errore ma piuttosto viverlo come un’occasione di apprendimento e miglioramento
  • Logica-Pensiero analitico, comprendere le situazioni, scomponendole nei loro elementi costitutivi, individuando relazioni e sequenze cronologiche e valutare le conseguenze in una catena di cause ed effetti
  • Pensiero concettuale, riconoscere modelli astratti o rapporti fra situazioni complesse, definendo problemi anche mediante l’uso di metafore e analogie; ricomporre idee, questioni e osservazioni in concetti; identificare aspetti chiave di situazioni complesse
  • Creatività, ricercare soluzioni originali ed efficaci, approcciare in modo creativo i problemi di lavoro, tentare soluzioni non convenzionali, sviluppare un ambiente favorevole all’innovazione
  • Leadership, guidare individui o gruppi, suscitare entusiasmo, assumere iniziative, motivare, prendere decisioni; saper delegare
  • Determinazione nell’agire, decidere con prontezza, anche a fronte di informazioni scarse e/o indefinite, nell’ambito delle responsabilità assegnate
  • Autocontrollo-Gestione dello stress, mantenere un adeguato controllo emotivo, essere consapevoli dei propri punti di forza e debolezza, dei propri valori e obiettivi, mantenere la concentrazione anche sotto pressione o in situazioni incerte o impreviste
  • Propensione all’ascolto e al dialogo, essere disponibili all’ascolto e all’interazione col pubblico
  • Collaborazione-Cooperazione, lavorare in modo costruttivo e in sinergia per il raggiungimento degli obiettivi comuni, condividere progetti, informazioni e risorse
  • Valorizzazione degli altri, concorrere allo sviluppo delle persone, far emergere le esigenze di crescita dando rilievo alle abilità di ciascuno; favorire l'apprendimento e lo sviluppo a lungo termine con un appropriato livello di analisi dei bisogni, di riflessione, di impegno; facilitare l’assunzione di responsabilità dei collaboratori valorizzandone le potenzialità
  • Orientamento al cliente/utente, anticipare, riconoscere e soddisfare le esigenze del cliente interno/esterno e predisporre soluzioni personalizzate, efficaci e soddisfacenti dal punto di vista della qualità del servizio reso 
  • Impegno, sapersi allineare agli obiettivi di un gruppo o di una organizzazione, condividendone la missione
  • Consapevolezza organizzativa, prestare attenzione ai segnali, ai cambiamenti e agli output che giungono dal contesto organizzativo; intuire evoluzioni e sviluppi; ascoltare e riconoscere le tendenze strategiche in atto
  • Affidabilità, mostrare integrità ed essere responsabili di se stessi, agire eticamente, essere irreprensibili, costruire intorno a se un clima di fiducia, ammettere i propri errori, rispettare gli impegni assunti

Il percorso formativo e professionale che consente di formare le competenze necessarie viene distinto in formale (nel caso in cui esistano requisiti specifici per l’accesso alla professione: es. il superamento di un esame di Stato, la laurea in determinati corsi, ecc.) e consigliato (qualora non sia previsto un percorso formale). La sezione si conclude con informazioni sui possibili sviluppi della carriera professionale.

STATISTICHE

Ai piedi della prima pagina è disponibile il download in pdf della sezione Statistiche di ciascuna figura professionale. L’Atlante aggiorna ogni due anni i dati statistici offerti. Per la comprensione puntuale delle tavole pubblicate, vedi sopra

INFO

Una sezione relativa alle fonti di informazione sulla figura professionale (volumi, riviste, siti) conclude la scheda.