Tecnico e Tecnica della riabilitazione psichiatrica

Carta d'identità
Chi è?

Il TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA è un professionista sanitario con competenze specialistiche in ambito psichiatrico.

Lavora in ambito curativo-riabilitativo e il suo intervento si estende lungo l'intero arco della vita della persona, dall'infanzia all'età avanzata. Collabora alla valutazione della disabilità psichica e delle potenzialità del soggetto, analizza i bisogni e le istanze evolutive e rivela le risorse del contesto familiare e socio ambientale della persona. Opera in sinergia con altri professionisti sanitari al fine di sviluppare il massimo livello di autonomie personali e di funzionamento psicosociale e promuove l'acquisizione, da parte del soggetto svantaggiato, dei diritti di cittadinanza.

La riabilitazione psichiatrica può essere definita come l’insieme di tecniche e di interventi utili a diminuire gli effetti della cronicizzazione del disagio psichico e a promuovere attivamente il reinserimento della persona nel contesto sociale e lavorativo di riferimento. La riabilitazione presuppone la multidisciplinarietà, in quanto i contesti in cui il disagio psichico si manifesta sono diversi. Essa coinvolge la persona, la famiglia, la comunità e il territorio di riferimento.

Quali norme regolano la professione?

La professione di TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA può essere esercitata da chi ha conseguito la laurea triennale abilitante in Tecnica della riabilitazione psichiatrica.

La figura professionale del TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA è individuata e regolamentata dal Decreto Ministeriale del 29 marzo 2001, n° 182 e dal Codice Deontologico.

Inoltre, in analogia alle altre professioni sanitarie, costituiscono normativa di riferimento professionale:

  • legge 26 febbraio 1999, n. 42, che prevede disposizioni in materia di professioni sanitarie;
  • legge del 10 Agosto 2000, n. 251, che disciplina le professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione, nonché la professione ostetrica.

Come le altre Professioni Sanitarie, il TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA è inserito all’interno del programma di formazione continua in Medicina (ECM) che definisce l’obbligo di aggiornamento professionale post-laurea.

Attualmente non è prevista l’iscrizione ad un Albo professionale.

Figure professionali di prossimità

Professioni sanitarie della riabilitazione (fisioterapista, logopedista, ortottista e assistente di oftalmologia, podologo, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, terapista occupazionale, educatore professionale sanitario)

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici.

Carta d'identità
Carta di Identita

Il TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA è un professionista sanitario con competenze specialistiche in ambito psichiatrico.

Lavora in ambito curativo-riabilitativo e il suo intervento si estende lungo l'intero arco della vita della persona, dall'infanzia all'età avanzata. Collabora alla valutazione della disabilità psichica e delle potenzialità del soggetto, analizza i bisogni e le istanze evolutive e rivela le risorse del contesto familiare e socio ambientale della persona. Opera in sinergia con altri professionisti sanitari al fine di sviluppare il massimo livello di autonomie personali e di funzionamento psicosociale e promuove l'acquisizione, da parte del soggetto svantaggiato, dei diritti di cittadinanza.

La riabilitazione psichiatrica può essere definita come l’insieme di tecniche e di interventi utili a diminuire gli effetti della cronicizzazione del disagio psichico e a promuovere attivamente il reinserimento della persona nel contesto sociale e lavorativo di riferimento. La riabilitazione presuppone la multidisciplinarietà, in quanto i contesti in cui il disagio psichico si manifesta sono diversi. Essa coinvolge la persona, la famiglia, la comunità e il territorio di riferimento.

Dove Lavora

Il TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA può lavorare in:

Strutture psichiatriche pubbliche Centri di Salute Mentale, servizi residenziali, centri diurni, servizi territoriali
Strutture neuropsichiatriche private Case di Cura, servizi residenziali, centri diurni
Servizi per le dipendenze servizi territoriali, comunità, centri diurni, SERT
Servizi di neuropsichiatria infantile e dell'adolescenza servizi territoriali, comunità, centri diurni, ambulatori
Servizi sanitari-riabilitativi rivolti alla disabilità comunità, centri diurni, servizi territoriali
Servizi sanitari-riabilitativi rivolti alla geriatria comunità, centri diurni
Servizi di neurologia ambulatori
Centri di ricerca e formazione  
Studi privati come libero professionista
Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

La professione di TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA può essere esercitata da chi ha conseguito  la Laurea triennale in Tecnica della riabilitazione psichiatrica, presso uno dei Corsi di Laurea presenti sul territorio Nazionale.

La Laurea in Tecnica della riabilitazione psichiatrica è abilitante all’esercizio della professione, in quanto la prova finale ha valore di Esame di Stato.

L’attività formativa prevede il superamento degli esami previsti dal l’Ordinamento Didattico a cui si aggiunge un tirocinio obbligatorio articolato in 3 anni, da realizzarsi presso le strutture individuate dal Corso di Laurea. 

L’accesso al Corso di Laurea è a numero programmato e la frequenza è obbligatoria.

C'è un percorso consigliato?

Una volta conseguita la Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, è possibile proseguire gli studi in ambito universitario sia presso il Corso di Laurea Magistrale Scienze riabilitative delle  professioni sanitarie sia frequentando Master di I°livello.

E’ prevista la possibilità di accedere a Corsi di Dottorato di Ricerca.

Come si sviluppa la carriera?

La carriera del TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA si sviluppa in senso orizzontale con l'acquisizione di titoli di master di specializzazione, che accrescono le competenze specifiche del professionista, ma che ad oggi non sanciscono un avanzamento di status in termini di retribuzione o carriera.

Si può sviluppare in senso verticale diventando Coordinatore dei servizi sanitari: in questo caso è necessario acquisire il titolo diMaster in coordinamento.

Ulteriore possibilità di sviluppo di carriera in senso verticale è il passaggio alla Dirigenza a seguito dell’acquisizione della Laurea Magistrale.

Con il conseguimento della laurea Magistrale è possibile realizzare attività di docenza e tutoraggio rivolta agli allievi dei corsi di laurea.

Naviga

Scarica