Progettista multimediale

Regista multimediale

Carta d'identità
Chi è?

Il PROGETTISTA MULTIMEDIALE redige la “sceneggiatura” multimediale, gestisce i rapporti con i grafici e gli specialisti del software, progetta le interfacce innovative e coordina le diverse fasi del processo di realizzazione del prodotto multimediale: dalla definizione dell’idea creativa al test finale. Cura in particolare l’aspetto comunicativo in base alle aspettative e alle specifiche concordate con il cliente.

I risultati relativi al processo di lavoro sono diversi e riguardano:

  • creazione e produzione di prodotti multimediali come CD-Rom, DVD
  • gestione e interrogazione di banche dati
  • pianificazione e cura della comunicazione aziendale sui siti
  • creazione di prodotti di animazione-gioco per lancio di nuovi prodotti (ad esempio campagne pubblicitarie sui siti aziendali)
  • creazione di siti web
Quali norme regolano la professione?

Non esistono leggi specifiche che regolano la professione.

Figure professionali di prossimità

Produttore, Autore multimediale, Costruttore di siti, Sviluppatore, Sistemista, Project manager, Architetto multimediale

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

VII livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al secondo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

Il PROGETTISTA MULTIMEDIALE redige la “sceneggiatura” multimediale, gestisce i rapporti con i grafici e gli specialisti del software, progetta le interfacce innovative e coordina le diverse fasi del processo di realizzazione del prodotto multimediale: dalla definizione dell’idea creativa al test finale. Cura in particolare l’aspetto comunicativo in base alle aspettative e alle specifiche concordate con il cliente.

I risultati relativi al processo di lavoro sono diversi e riguardano:

  • creazione e produzione di prodotti multimediali come CD-Rom, DVD
  • gestione e interrogazione di banche dati
  • pianificazione e cura della comunicazione aziendale sui siti
  • creazione di prodotti di animazione-gioco per lancio di nuovi prodotti (ad esempio campagne pubblicitarie sui siti aziendali)
  • creazione di siti web
Dove Lavora

Il PROGETTISTA MULTIMEDIALE può lavorare in:

aziende editoriali

 

case editrici o aziende della microeditoria che diversificano l'offerta verso prodotti multimediali innovativi in base al target di riferimento e alle potenzialità delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione

 

 

agenzie pubblicitarie o agenzie di pubblicità

 

imprese che realizzano la pubblicità per conto dei media classici oppure dei nuovi canali comunicativi (siti web, presentazioni video, demo di prodotti/servizi, ecc.). A volte, le agenzie affidano all’esterno la progettazione e la realizzazione di un prodotto multimediale

 

 

Le agenzie o le aziende che operano nel settore della multimedialità si occupano dello studio, della progettazione e della realizzazione di prodotti multimediali, cioè prodotti che integrano linguaggi e mezzi di comunicazione differenti, avvalendosi delle potenzialità offerte dall’informatica. In particolare:

AZIENDE EDITORIALI

Il PROGETTISTA MULTIMEDIALE è collocato in posizione di responsabilità e coordinamento di attività produttive Si interfaccia con: il grafico web (che opera anche in 3D), il programmatore che conosce ASP, JAVA, PHP, HTML e altri linguaggi, lo sviluppatore. In alcuni casi nel team potrebbe essere richiesto l’apporto di alcune professionalità specifiche come quelle del realizzatore di sistemi intranet, del gestore di database, del videomaker, ecc.

AGENZIE PUBBLICITARIE

Il PROGETTISTA MULTIMEDIALE collabora con le agenzie pubblicitarie come consulente esterno, gestendo le fasi relative alla progettazione e realizzazione ed interagendo con le figure all’interno dell’agenzia pubblicitaria: l’Account executive, tramite tra il cliente e l’agenzia, e l’Advertising manager, tecnico che si occupa della programmazione e delle prese di decisione relative alla creazione di una campagna pubblicitaria.

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Poiché non esistono norme o leggi specifiche che regolano la professione, non sono richiesti titoli di studio, abilitazioni, iscrizioni ad albi o periodi minimi di pratica professionale obbligatori.

C'è un percorso consigliato?

L’aspirante PROGETTISTA MULTIMEDIALE, deve avere buone conoscenze in ambito comunicativo, deve saper effettuare analisi di mercato e dei target di riferimento e, infine, deve avere interesse a utilizzare e ad applicare le nuove tecnologie in contesti differenti. Occorre una sensibilità spiccata a risolvere problemi di linguaggio e di comunicazione e, sebbene non gli sia richiesto l’utilizzo diretto di applicazioni software, è necessario che possegga una buona conoscenza dei principali software di grafica e di redazione di contenuti on line.

È inoltre opportuno completare la formazione universitaria di base con un forte investimento nello sviluppo professionale sul campo per l’apprendimento di linguaggi, tecniche e strumenti, soprattutto in ambito informatico, ma anche manageriali (project management, decisione, conduzione di gruppi, ecc.).

Come si sviluppa la carriera?

Le traiettorie evolutive del PROGETTISTA MULTIMEDIALE sono identificabili nella dimensione manageriale del ruolo, in modo particolare nell’area della comunicazione e della sua gestione attraverso l’utilizzo innovativo dell’ITC. In tal senso, importanza significativa assumeranno ruoli di responsabilità nell’ambito della consulenza in grandi aziende o ruoli dirigenziali in grandi gruppi nel settore delle telecomunicazioni. Lo sviluppo della professionalità del PROGETTISTA MULTIMEDIALE si concentrerà sulle richieste dei clienti e i servizi innovativi. Tra questi:

  • la creazione di siti: in particolare sono le aziende a utilizzare sempre più le potenzialità offerte dal web per presentare e promuovere i propri prodotti e servizi sul mercato. Il sito web di un’azienda oggi deve garantire la gestione di materiali a distanza, di blog, di newsletter, di intranet, di forum di discussione, di database, di archivi locali e a volte prevedere l’angolo per l’e-commerce
  • progetti editoriali implementabili sulla rete per iniziativa di case editrici che desiderano affiancare al materiale cartaceo dei CD room.

Naviga

Scarica

Video