Ortottista assistente di oftalmologia

Ortottista

Carta d'identità
Chi è?

L’ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA è il professionista sanitario specializzato nella diagnosi dello strabismo e del suo trattamento, nella prevenzione, valutazione e riabilitazione visiva dei disturbi motori e sensoriali della visione. Effettua le tecniche di semeiologia strumentale-oftalmologica.

Opera su prescrizione del medico.

È responsabile dell'organizzazione, della pianificazione e della qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle proprie mansioni, mentre la refertazione degli esami realizzati è di responsabilità del Medico Oculista. Realizza la diagnosi e il trattamento di alcune patologie del sistema visivo.

Quali norme regolano la professione?

La professione di ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA può essere esercitata da chi ha conseguito la laurea triennale abilitante in Ortottica ed assistenza oftalmologica.

Gli ambiti di competenza dell’ ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA vengono definiti da:

  • Profilo Professionale Nazionale (D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n. 743 e successive modificazioni ed integrazioni)
  • Codice Deontologico (http://www.aiorao.it/public/Documenti/2012_codice_deontologico.pdf)

Inoltre, in analogia alle altre professioni sanitarie, costituiscono normativa di riferimento professionale:

  • legge 26 febbraio 1999, n. 42, che prevede disposizioni in materia di professioni sanitarie
  • legge del 10 Agosto 2000, n. 251, che disciplina le professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione, nonché la professione ostetrica.

Come le altre Professioni Sanitarie, l’ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA è inserito all’interno del programma di formazione continua in Medicina (ECM) che definisce l’obbligo di aggiornamento professionale post-laurea.

Nei Paesi europei la libera circolazione degli ORTOTTISTI ASSISTENTI IN OFTALMOLOGIA è garantita dalle norme del Decreto Legislativo n. 115 del 1992, successivamente modificato dal Decreto Legislativo n. 277 del 2003.

I cittadini italiani che hanno conseguito in Italia una laurea triennale abilitante in Ortottica ed assistenza oftalmologica e possono esercitare la professione in un altro Paese comunitario liberamente.

Attualmente non è prevista l’iscrizione a un Albo professionale.

Figure professionali di prossimità

Professionisti della riabilitazione

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

L’ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA è il professionista sanitario specializzato nella diagnosi dello strabismo e del suo trattamento, nella prevenzione, valutazione e riabilitazione visiva dei disturbi motori e sensoriali della visione. Effettua le tecniche di semeiologia strumentale-oftalmologica.

Opera su prescrizione del medico.

È responsabile dell'organizzazione, della pianificazione e della qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle proprie mansioni, mentre la refertazione degli esami realizzati è di responsabilità del Medico Oculista. Realizza la diagnosi e il trattamento di alcune patologie del sistema visivo.

Dove Lavora

L’ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA può lavorare in:

STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE Ospedali e ambulatori sul territorio, ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, servizi di prevenzione
STRUTTURE SANITARIE PRIVATE Private, Private accreditate o convenzionate, servizi di prevenzione
CENTRI DI NEUROFISIOPATOLOGIA INFANTILE  
CENTRI DI RIABILITAZIONE  
SERVIZI DI MEDICINA LEGALE E DEL LAVORO  
ISTITUTI PER IPOVEDENTI  
ISTITUTI DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE  
STUDI PROFESSIONALI INDIVIDUALI ASSOCIATI  
Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

La professione di ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA può essere esercitata da chi ha conseguito una Laurea triennale in Ortottica ed assistenza oftalmologica, presso uno dei Corsi di Laurea presenti sul territorio Nazionale.

La Laurea in Ortottica ed assistenza oftalmologica è abilitante all’esercizio della professione, in quanto la prova finale ha valore di Esame di Stato.

L’attività formativa prevede il superamento degli esami previsti dal l’Ordinamento Didattico a cui si aggiunge un tirocinio obbligatorio articolato sui 3 anni da realizzarsi presso le strutture individuate dall’Ateneo. 

L’accesso al Corso di Laurea è a numero programmato e la frequenza è obbligatoria.

C'è un percorso consigliato?

Una volta conseguita la Laurea in Ortottica ed assistenza oftalmologica, è possibile proseguire gli studi in ambito universitario sia presso il Corso di Laurea Magistrale delle professioni sanitarie della Riabilitazione sia frequentando Master di I° livello.

E’ prevista la possibilità di accedere a Corsi di Dottorato di Ricerca.

Come si sviluppa la carriera?

La carriera dell’ORTOTTISTA ASSISTENTE IN OFTALMOLOGIA si sviluppa in senso orizzontale con l'acquisizione dei master di specializzazione, che accrescono le competenze specifiche del professionista, ma che ad oggi non sanciscono un avanzamento di status in termini di retribuzione o carriera.

Attraverso corsi di aggiornamento, l’ORTOTTISTA può approfondire ambiti specifici di specializzazione, ad esempio:

  • Sala operatoria
  • Neuro-oftalmologia
  • Strabismi paralitici
  • Assistenza oftalmica per pazienti diabetici

 

Avendo conseguito una adeguata esperienza professionale, è possibile realizzare attività di docenza rivolta agli allievi dei corsi di laurea.

La carriera si può sviluppare in senso verticale diventando Coordinatore dei servizi sanitari: in questo caso è necessario acquisire il titolo di Master in coordinamento e partecipare al concorso per Coordinatori.

Si può accedere ai concorsi per Dirigenti del personale sanitario del comparto, avendo conseguito la Laurea Magistrale.

Naviga

Scarica