Odontoiatra

Dentista Odontostomatologo

odontoiatra
Chi è?

L’ODONTOIATRA svolge attività inerenti la prevenzione, la diagnosi e la terapia di malattie e anomalie congenite e acquisite dei denti, della bocca, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti. Inoltre si occupa della riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo tutti i medicamenti ed i presidi necessari.

Sono discipline/settori in campo odontoiatrico le seguenti:

  • Chirurgia orale,
  • Odontoiatria pediatrica,
  • Ortognatodonzia/Ortodonzia.

Altre discipline dell’odontoiatria sono: conservativa/endodonzia, gnatologia, implantologia dentaria, parodontologia, patologia orale, protesi dentaria.

Un'alta percentuale di popolazione si sottopone con regolarità a visite cliniche odontoiatriche. Pertanto l’odontoiatra, ha un ruolo molto importante nell’intercettare patologie anche gravi iniziali (ad es. neoplasie) del cavo orale non di origine dentale che vengono immediatamente segnalate allo specialista di competenza.

Quali norme regolano la professione?

La professione di ODONTOIATRA di può essere esercitata da coloro che sono in possesso della abilitazione all'esercizio professionale, conseguita a seguito del superamento dell’Esame di Stato, e dell’iscrizione all’Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri.

La professione di ODONTOIATRA è stata riconosciuta con legge n. 409 nel 1985.

Figure professionali di prossimità

Igienista dentale/Odontotecnico

Livello EQF

VII livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al secondo ciclo dei titoli accademici

odontoiatra
Carta di Identita

L’ODONTOIATRA svolge attività inerenti la prevenzione, la diagnosi e la terapia di malattie e anomalie congenite e acquisite dei denti, della bocca, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti. Inoltre si occupa della riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo tutti i medicamenti ed i presidi necessari.

Sono discipline/settori in campo odontoiatrico le seguenti:

  • Chirurgia orale,
  • Odontoiatria pediatrica,
  • Ortognatodonzia/Ortodonzia.

Altre discipline dell’odontoiatria sono: conservativa/endodonzia, gnatologia, implantologia dentaria, parodontologia, patologia orale, protesi dentaria.

Un'alta percentuale di popolazione si sottopone con regolarità a visite cliniche odontoiatriche. Pertanto l’odontoiatra, ha un ruolo molto importante nell’intercettare patologie anche gravi iniziali (ad es. neoplasie) del cavo orale non di origine dentale che vengono immediatamente segnalate allo specialista di competenza.

Dove Lavora

L’ODONTOIATRA può lavorare in:

Ambito pubblico

ospedali

ambulatori

studi convenzionati con il SSN

Ambito privato

studio privato

cliniche private

Ambito Pubblico

L’accesso ai concorsi pubblici ospedalieri avviene previa acquisizione di una specializzazione inerente l'odontostomatologia.

Gli studi convenzionati con il SSN sono piuttosto rari.

Il laureato in odontoiatria può svolgere attività di ricerca presso Università, enti e centri di ricerca.

Ambito Privato

L’ODONTOIATRA svolge principalmente attività in regime libero-professionale. Nello studio privato si avvale dell’aiuto dell’assistente alla poltrona e dell’igienista dentale mentre può collaborare con numerosi studi o professionisti esterni specializzati in differenti ambiti (es. implantologia dentale, parodontologia, endodonzia, ortodonzia, radiologia, odontotecnica, ecc.).

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

La professione di ODONTOIATRA di può essere esercitata da coloro che sono in possesso della abilitazione all'esercizio professionale, conseguita a seguito del superamento di apposito Esame di Stato, e iscrizione all’Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Per accedere all’Esame di Stato è necessario aver conseguito la laurea magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Il corso è a numero chiuso e prevede attività formative presso strutture assistenziali universitarie. L'attività formativa professionalizzante è obbligatoria e necessaria per il conseguimento della laurea magistrale e viene pianificata dal regolamento didattico nell'ambito della durata complessiva del corso di studi.

C'è un percorso consigliato?

Corsi di laurea a ciclo unico

Per ottenere la padronanza della lingua inglese, indispensabile per l’aggiornamento continuo richiesto alla professione, può essere consigliabile frequentare master all’estero.

Come si sviluppa la carriera?

Nel caso in cui si intenda lavorare nel SSN con il ruolo di Dirigente Medico di Ospedaliero è obbligatoria la specializzazione universitaria di durata triennale (previo superamento di un esame di ammissione).

Per accedere alla carriera universitaria come docente non è necessario avere una specializzazione in ambito odontoiatrico.

È inoltre possibile frequentare master universitari in ambiti specifici, volti a perfezionare le competenze professionali.

Il percorso professionale può iniziare lavorando presso uno studio odontoiatrico e può evolvere nella scelta di aprire un proprio studio. La preparazione offerta dal percorso accademico consente al giovane professionista di padroneggiare tutti gli ambiti professionali e quindi di realizzare le prestazioni con autonomia.

Secondo il parere di molti professionisti, l' “ODONTOIATRA generico” è destinato a veder diminuire gli spazi di mercato, mentre si consolidano gli studi che effettuano trattamenti specifici: chirurgia orale, protesi dentaria, parodontologia (che studia i tessuti che circondano il dente e le patologie ad essi correlate), endodonzia, pedodonzia (odontoiatria rivolta ai bambini), ecc.

In un mercato così strutturato, se è di interesse del professionista, sono dunque necessari percorsi di perfezionamento post-laurea nei singoli ambiti.

Naviga

Scarica