Informatore turistico, Informatrice turistica

Carta d'identità
Chi è?

L’INFORMATORE TURISTICO risponde alle richieste dei turisti all’interno di un ufficio di informazione, assistenza e accoglienza turistica locale. Il suo compito principale consiste nel fornire alle persone tutte le informazioni e gli strumenti disponibili per una completa fruizione culturale e turistica della zona in cui opera (attrattive locali, punti di interesse, eventi e mostre, opportunità di sistemazione alberghiera, trasporti e servizi) e per la soluzione di eventuali difficoltà legate al viaggio e al soggiorno.

Quali norme regolano la professione?

Non ci sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali e/o titoli specifici per accedere alla professione.

Tuttavia, i riferimenti legislativi in materia di turismo sono: D.L. n. 112/98 e L. 135/01, quest'ultima denominata \"Riforma della legislazione nazionale del turismo\", la quale demanda alle regioni l'autorizzazione all'esercizio delle professioni turistiche: alcune regioni, come ad esempio il Piemonte, hanno provveduto ad emanare leggi a tale scopo, altre non lo hanno ancora fatto.

Figure professionali di prossimità

Accompagnatore turistico, Guida turistica, Promotore turistico, Capo Ricevimento

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Carta d'identità
Carta di Identita

L’INFORMATORE TURISTICO risponde alle richieste dei turisti all’interno di un ufficio di informazione, assistenza e accoglienza turistica locale. Il suo compito principale consiste nel fornire alle persone tutte le informazioni e gli strumenti disponibili per una completa fruizione culturale e turistica della zona in cui opera (attrattive locali, punti di interesse, eventi e mostre, opportunità di sistemazione alberghiera, trasporti e servizi) e per la soluzione di eventuali difficoltà legate al viaggio e al soggiorno.

Dove Lavora

L’INFORMATORE TURISTICO può lavorare in:

­ATL/APT locali

 

aziende di promozione turistica pubbliche o a partecipazione pubblica che forniscono assistenza ai turisti, compresa la prenotazione dei servizi ricettivi e turistici e la tutela del turista e promuovono iniziative per la valorizzazione delle risorse turistiche

 

 

­Pro Loco

 

organismi di natura privatistica che, senza finalità di lucro, svolgono attività di promozione e valorizzazione del territorio e di utilità sociale

 

 

IAT

 

uffici di informazione turistica dislocati sul territorio di competenza al fine di ottimizzare la diffusione capillare delle informazioni

 

 

Agenzie di Sviluppo

 

strutture che promuovono lo sviluppo locale da più punti di vista: imprenditoriale, occupazionale, ambientale e culturale

 

 

Aziende di Soggiorno

 

organizzazioni turistiche che forniscono informazioni e consulenza specialistica relativamente al trasporto, al soggiorno e alle attrattive culturali di un determinato territorio

 

 

Consorzi e Associazioni

 

   

Indipendentemente dall’ambito lavorativo, l’INFORMATORE TURISTICO lavora sotto il coordinamento di un Responsabile dei punti informativi o dell’Area accoglienza e in collegamento con altre aree aziendali (amministrazione, vendita, ufficio stampa, project management).

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

Per esercitare la professione non esistono specifici requisiti. Tuttavia, è importante che L’INFORMATORE TURISTICO abbia una conoscenza dettagliata delle risorse culturali e ambientali della zona di riferimento, una buona conoscenza di almeno due lingue straniere e competenze informatiche.

C'è un percorso consigliato?
Come si sviluppa la carriera?

Per svolgere la professione dell’INFORMATORE TURISTICO, è necessaria una formazione on the job, generalmente attraverso l’affiancamento di operatori esperti. Mediamente, dopo un periodo di affiancamento di 6-8 mesi, l’informatore turistico è in grado di lavorare in piena autonomia.

La carriera può iniziare come addetto al front-office, ma poi prevedere responsabilità e competenze crescenti, fino al raggiungimento del ruolo di coordinatore dell’ufficio informazioni o agente dello sviluppo turistico locale.

Un’alternativa può essere la carriera nelle catene alberghiere, in cui oltre alle posizioni di front-office, sono previste attività di organizzazione e gestione dei rapporti con operatori, fornitori e clienti. 

Un particolare ambito di sviluppo della professionalità è rappresentato dal Turismo Sociale il cui obiettivo è garantire servizi turistici di qualità, con particolare attenzione ai soggetti più deboli o alle categorie socialmente svantaggiate. L’INFORMATORE TURISTICO che sia orientato a questo tipo di attività dovrà acquisire specifiche competenze tecniche e pedagogiche (es. linguaggi per comunicare con non udenti e non vedenti).

Naviga

Scarica

Video