Infermiere e Infermiera

Infermiere
Chi è?

L'INFERMIERE è il professionista che, nel corso del processo di cura, mantenimento e/o recupero dello stato di salute, si occupa dell’utente nella sua globalità, costruendo con esso una relazione di fiducia. L'obiettivo dell'infermiere è migliorare la qualità di vita dell’utente, offrendo assistenza di tipo tecnico, relazionale ed educativo.

L'INFERMIERE svolge una funzione di promozione, prevenzione e assistenza rivolto alla collettività, nel rispetto del concetto olistico di salute. Nel rapporto con il singolo utente diventa mediatore tra l’utente stesso, la famiglia, il medico di base, i servizi ospedalieri e i servizi territoriali, favorendo lo sviluppo di processi di cura e di assistenza improntati a continuità.

Quali norme regolano la professione?

La professione è disciplinata da:

  • D. M. 14/09/1994 n. 739, che sancisce il profilo professionale dell'infermiere
  • legge 26 febbraio 1999, n. 42, che prevede disposizioni in materia di professioni sanitarie
  • legge del 10 Agosto 2000, n. 251, che disciplina le professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione, nonché la professione ostetrica.

La Laurea in Infermieristica viene conseguita ai sensi dell' art. 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni e abilita all'esercizio della professione, previa iscrizione al relativo albo professionale.

L'equipollenza di diplomi e attestati conseguiti prima del 2001 al diploma universitario di infermiere (ai fini dell'esercizio professionale e dell'accesso alla formazione post-base) è sancita dal D. M. 27/02/2000, n. 191.

Il Decreto MURST del 2 aprile 2001 determina le classi delle lauree specialistiche universitarie e i rispettivi corsi di laurea di base delle professioni sanitarie.

Il codice deontologico è stato approvato dal Comitato centrale della Federazione IPASVI nell'ottobre del 1999, rivisto in una nuova forma nel febbraio 2009.

Figure professionali di prossimità

OSS (operatori socio-sanitari), assistenti sociali, tecnici sanitari

Livello EQF

VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici

Infermiere
Carta di Identita

L'INFERMIERE è il professionista che, nel corso del processo di cura, mantenimento e/o recupero dello stato di salute, si occupa dell’utente nella sua globalità, costruendo con esso una relazione di fiducia. L'obiettivo dell'infermiere è migliorare la qualità di vita dell’utente, offrendo assistenza di tipo tecnico, relazionale ed educativo.

L'INFERMIERE svolge una funzione di promozione, prevenzione e assistenza rivolto alla collettività, nel rispetto del concetto olistico di salute. Nel rapporto con il singolo utente diventa mediatore tra l’utente stesso, la famiglia, il medico di base, i servizi ospedalieri e i servizi territoriali, favorendo lo sviluppo di processi di cura e di assistenza improntati a continuità.

Dove Lavora

L'INFERMIERE può lavorare in:

enti pubblici Aziende Sanitarie Locali (ASL), Aziende Ospedaliere (AO), IRCCS, Strutture di ricovero e di cura pubbliche
organizzazioni private strutture private, grandi aziende, ONLUS

 Inoltre, può svolgere la propria attività lavorativa come libero professionista.

ASL

All'interno dell'Asl l'INFERMIERE può svolgere il proprio lavoro in ambiti e contesti differenti:

1. negli ospedali, le aree di assistenza si distinguono in:

  • assistenza di base (medicina e chirurgia)
  • tecnica (sala operatoria, dialisi, ecc.)
  • critica (rianimazione, terapia intensiva, dipartimenti di emergenza e accettazione)
  • aree specialistiche (es. psichiatria, prevenzione, specialità mediche e chirurgiche ecc.).

2. sul territorio nei servizi di:

  • assistenza domiciliare
  • ambulatorio
  • centro prelievi
  • gruppi di cure primarie
  • dipartimenti materno infantili
  • dipartimenti salute mentale
  • dipartimenti per le dipendenze patologiche
  • residenze sanitarie per anziani (RSA)

3. cure palliative presso:

  • hospice (struttura residenziale per pazienti di cure palliative)
  • ambulatorio
  • domicilio
STRUTTURE PRIVATE

Anche nelle strutture private le aree di assistenza sono classificate come nel pubblico. Esistono tre tipologie di struttura privata: ambulatorio ospedaliero, struttura residenziale o semi residenziale. Alcune strutture private sono specializzate nell’offerta di assistenza specialistica rivolta a particolari tipi di pazienti (ad es. strutture per anziani, comunità per tossicodipendenti, ecc.).

Percorso Formativo
Formazione e sviluppo professionale
C'è un percorso formale?

La laurea triennale in Infermieristica abilita all'esercizio della professione, previo superamento dell’Esame di Stato e conseguente iscrizione all'Albo professionale.

Il diploma di infermiere conseguito presso le scuole per infermieri del precedente ordinamento è equipollente alla laurea.

C'è un percorso consigliato?

La formazione post-laurea, può indirizzarsi in più direzioni.

Master di specializzazione di primo livello, che consentono di acquisire una competenza specialistica in determinati campi:

cure palliative,

vulnologia,

infermiere di famiglia e comunità,

infermieristica in area critica,

management infermieristico in geriatria,

modelli e metodi della tutorship nella formazione e sviluppo delle professioni infermieristiche e ostetrica,

sorveglianza e controllo delle infezioni correlate all'assistenza,

assistenza infermieristica in sala operatoria e strumentisti,

assistenza infermieristica in area pediatrica,

assistenza infermieristica in ortopedia e traumatologia.

 

In Piemonte i master sono erogati dal COREP o direttamente dalle facoltà.

Per i master fuori regione vedi Master in infermieristica

 

Il master in coordinamento abilita al ruolo di Coordinatore dei servizi sanitari.

La laurea magistrale ha l’obiettivo di formare un professionista in grado di intervenire con elevata competenza nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca, assumendo ruoli di direzione, coordinamento, tutorato, docenza, supervisione e consulenza.

Il dottorato di ricerca mira a fornire una cultura scientifica e tecnica avanzata e a dotare i dottorandi degli strumenti metodologici necessari per affrontare in modo autonomo le problematiche della ricerca.

Come si sviluppa la carriera?

La carriera dell'INFERMIERE si sviluppa in senso orizzontale con l'acquisizione dei master di specializzazione, che accrescono le competenze specifiche del professionista, ma che ad oggi non sanciscono un avanzamento di status in termini di retribuzione o carriera.

Si può sviluppare in senso verticale diventando Coordinatore: in questo caso è necessario acquisire il titolo di Master in coordinamento e partecipare al concorso per Coordinatori.

Ulteriore possibilità di sviluppo di carriera in senso verticale è il passaggio alla Dirigenza.

Naviga

Scarica

Video